lunedì 15 ottobre 2012

Padellata di calamari e mazzancolle

Buon lunedì, buona settimana...
Qua nulla di nuovo nè di buono, anzi adesso pure la badante, che ho da 5 anni, vuole andarsene per non tornare più : il lavoro si è fatto duro ed è forse più facle trovarne un altro anziano con meno problemi, per poi abbandonarlo quando avrà veramente bisogno...
Ma non ho neppure voglia di scriverne...
Ecco una ricetta per la settimana...non so se riuscirò a postare altro...
Ingredienti per 2 (anche 3):
450 gr di calamari piccoli
120 gr di mazzancolle
1 zucchina
20 capperi sotto sale
20 olive nere denocciolate
2 spicchi di aglio
vino bianco secco
prezzemolo
pane grattugiato tostato
olio extrv, sale e pepe

Pulite bene i calamari e tagliate i corpi a rondelle ed i ciuffi a pezzetti.
Affettate la zucchina a rondelle sottili e togliete testa, carapece e filo intestinale alle mazzancolle.
Cuocete la zucchina con un filo di olio ed uno spicchio di aglio, salate e pepate.
Cuocete le mazzancolle in un padellino sfumandole con un poco di vino bianco, salate e spegnete appena diventano di colore arancione; unirtele nella padella con le zucchine.
In un'altra padella scaldate un filo d'olio ed uno spicchio di aglio, aggiungete gli anelli ed i pezzettini di calamaro, fate andare un pochino poi aggiungete anche i capperi dissalati, le olive, il prezzemolo tritato a piacere, sfumate con vino bianco, e salate (con moderazione per via dei capperi).
Cuocete per qualche minuto (il sugo deve asciugare), aggiungete le mazzancolle e le zucchine ed una bella manciata di pane grattugiato tostato, quindi mescolate bene.
Servite subito con altro prezzemolo tritato fresco.
Un bacio a tutte...

15 commenti:

  1. Tesoro tieni duro, sono sicura che uno spiraglio di luce non tarderà ad arrivare :) Ti abbraccio forte, buona settimana

    P.S. con questa padellata orto-mare mi prendi per la gola :)

    RispondiElimina
  2. Ciao Mila, a dispetto del tuo umore, questa ricetta che posti è così bella!
    A volte pare che le cose di fuori ci sommergano con la loro cupità ed allora reagire diventa sempre più difficile, ma ti auguro di pensare sempre, SEMPRE, che anche nelle giornate più faticose e scure, al di là delle nuvole c'è il Sole che splende... Vedi, è come questa ricetta, così gioiosa ed estiva
    Abbi pazienza, è la virtù dei forti.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. La storia delle badanti che vanno via comincia a diventare cosa di routine! E' vero. La richiesta per loro è aumentata e hanno voglia di scegliere... Ma vedrai che qualche cosa di buono arriverà, deve arrivare!!!
    Un abbraccio Mila, forte forte. E complimenti per la tua padellata di calamari e mazzancolle con quel profumo ortolano... perfetta!!

    RispondiElimina
  4. Carissima, intanto ti abbraccio fortissimo. Ma proprio forte, perchè vorrei darti tanto calore in questo momento difficile. Non ci sono parole che possono cambiare tutto all'improvviso, specie quando le cose si fanno complicate e i problemi sembrano essere sempre in agguato: vedrai, passerà piano piano anche questo periodaccio. Non preoccuparti per il blog, anche io non riesco a seguirlo tantissimo ultimamente (non me la passo molto bene nemmeno io, purtroppo) ma l'importante è che abbiamo nel cuore la speranza che tutto si possa sistemare. Bisogna avere fiducia, stella. Io ce l'avrò, con te. Spero che tu possa essere serena presto..! La tua calamarata mette proprio il sorriso, dolce Mila. E' bellissima e come sempre gustosa e sana. Un bacio grande e buon lunedì!

    RispondiElimina
  5. Tesoro , speravo di leggere qualcosa di bello, ma ti auguro con tutto il cuore che presto tutto si risolverà con altra badante!!
    Ricordati.. tutto passa!!
    Un bacione forte tesoro e il piatto è squisitissimo!!
    smacckete

    RispondiElimina
  6. Ciao Mila, mi dispiace tanto... spero che tutto si sistemi al più presto e che tu possa ritornare a sorridere, sono con te. Questa calamarata è deliziosa, complimenti e un bacio grande :)

    RispondiElimina
  7. A volte penso che i problemi nel momento del bisogno, si moltiplichino. Ora anche la badante, non poteva trovare momento migliore per andarsene? Spero per te che le cose prendano una piega migliore e che tutto si sistemi. Il tuo piatto è una delizia, bravissima!!! Un abbraccio.

    RispondiElimina
  8. bella a vedersi e ottima a mangiarsi questa padella! :P
    che fame!!!

    RispondiElimina
  9. Ottima questa padellata, da te trovo sempre ottimi spunti per cucinare il pesce che adoro!Sono molto in sintonia con la tua situazione, te l'ho già scritto, e credo che come me anche tu abbia capito che, se a forza si diventa consapevoli che le cose non possono migliorare più di tanto, l'importante è trovare e mantenere un equilibrio in tutto questo caos, per non venirne travolti. Un grande abbraccio.

    RispondiElimina
  10. Che bella questa padellata! Mi piace molto la combinazione zucchine e pesce!

    RispondiElimina
  11. La sensibilità di certe persone a volte è davvero pari a zero. Considerando il fatto è che vengono anche pagate per svolgere il loro lavoro. Non ho parole. Tieni duro. Spero passi in fretta questo periodo.

    RispondiElimina
  12. Tieni duro Mila! Ma i dottori cosa dicono?

    RispondiElimina
  13. mi spiace spero che presto potrai trovare una nuova persona ..di fiducia.
    ottimo piatto....molto invitante.
    ciao da claudette

    RispondiElimina
  14. Cara Mila che dirti... Nulla... Ti accompagno con il mio pensiero.... E Spero che tu possa rilassarti almeno con la cucina, come questo piatto davvero gustoso! Baci

    RispondiElimina
  15. Ciao Mila, ti posso solo dire non ti abbattere, altrimenti sarà più complicato affrontare i problemi, ti auguro che si risolvano quanto prima, il piatto è allettante, un grande abbraccio.

    RispondiElimina

Grazie per ogni commento, idea, sorriso ed anche critica che vorrete lasciarmi!